Riapre al pubblico il Museo Casa natale Salvatore Quasimodo

Dopo la chiusura forzata dovuta al lockdown, riapre al pubblico il Museo Casa natale Salvatore Quasimodo di Modica.

Maria Antonella Cilia, Giacomo Manzoni Manzù e Marinella Ruffino

Tra i primi visitatori, ieri è venuto a trovarci Giacomo Manzoni Manzú, figlio del designer Pio Manzù e nipote dello scultore Giacomo Manzù, di cui porta il nome (il nonno, infatti, all’anagrafe era Giacomo Manzoni).

Il libro degli ospiti del Museo Casa natale Salvatore Quasimodo con la firma di Giacomo Manzoni Manù

Giacomo Manzù è stato amico di Salvatore Quasimodo.
Il poeta, nel 1943, soggiornò con la compagna Maria Cumani, nello studio bergamasco dello scultore, per sfuggire ai bombardamenti di cui era fatta oggetto la città di Milano.
Lo scultore e il poeta ebbero occasione di collaborare per diversi progetti.
Per approfondire leggi Quasimodo e Manzù

Maria Antonella Cilia, Giacomo Manzoni Manzù e Marinella Ruffino

Per il 51° anniversario della morte di Quasimodo

Venerdì 14 giugno 2019 alle ore 19 il Museo Casa natale Salvatore Quasimodo di Modica ospita un convegno in ricordo del 51° anniversario della morte del Premio Nobel per la Letteratura Salvatore Quasimodo (avvenuta il 14 giugno 1968).

All’incontro prenderanno la parola il Sindaco di Modica Ignazio Abbate; l’Assessore alla Cultura Maria Monisteri; il Predidente del Consiglio comunale Carmela Minioto; il Direttore onorario del Museo di Modica e Direttore del Polo Regionale dei siti culturali di Ragusa Giovanni Di Stefano; il Coordinatore delle Case della Memoria Giuseppe Nuccio Iacono e la Predidente dell’Associazione Proserpina Marinella Ruffino.
Lo storico Daniele Pavone traccerà un ricordo di Quasimodo.