Casa Quasimodo alla Festa dei Musei

Da sabato 18 a lunedì 20 maggio una serie di realtà modicane, tra le quali l’Associazione Proserpina che gestisce il Museo Casa natale Salvatore Quasimodo, sono state coinvolte nella realizzazione della Festa dei Musei | Ed è subito sera (leggi il programma).

Gli eventi organizzati dal Museo Casa natale Salvatore Quasimodo (da poco entrato a far parte dell’Associazione Nazionale Case della Memoria) sono stati partecipati e hanno suscitato vivo interesse.

Marinella Ruffino, Danilo Ruocco, Alessandro Quasimodo e Gesuele Sciacca

Si è trattato di appuntamenti di varia natura che ci hanno dato l’occasione di incontrare vecchi amici e di farne di nuovi.

Alessandro Quasimodo e Michele Blandino

Con noi, tra gli altri, c’erano Alessandro Quasimodo e Gesuele Sciacca che hanno partecipato sia all’evento inaugurale dell’intera manifestazione e sia alla inaugurazione della mostra permanente, presso il nostro Museo, delle gouaches di Salvatore Quasimodo; Danilo Ruocco che, nel 60° del conferimento del Premio Nobel a Salvatore Quasimodo, ha indagato le reazioni che suscitò all’epoca la notizia dell’assegnazione del premio al poeta siciliano; l’Associazione Libri d’aMare con la quale abbiamo avuto la gioia di poter scoprire, a Punta Secca, una panchina-libro dedicata a Quasimodo e gli studenti del Liceo “Galilei Campailla” guidati dal professor Michele Blandino che hanno dialogato con Alessandro Quasimodo.

I nostri più sentiti ringraziamenti a tutti coloro che hanno reso possibile ogni singolo appuntamento.

L’inaugurazione della panchina-libro di Punta Secca

Danilo Ruocco è nato a Bergamo nel 1969. Laureato in Lettere Moderne è iscritto all'Ordine dei Giornalisti nell'Elenco dei Pubblicisti. Scrive online di cultura, diritti civili e comunicazione.

Lascia un commento